Appunti di viaggio

Costiera Amalfitana (dal 3 al 10 agosto 1997)

Clicca sulle immagini per vederle ingrandite

Orvieto

Domenica 3 agosto 1997: lungo la via per la Costiera Amalfitana ci fermiamo ad Orvieto, per il pranzo e per la visita al maestoso Duomo, una delle più significative creazioni dell'architettura gotica italiana.

Orvieto, il Duomo

Tivoli

Capolavoro di ricchezza e fantasia architettonica, voluta dall'imperatore Adriano, Villa Adriana (nella foto, il Canopo) venne costruita tra il 118 ed il 133 d.C. sopra un edificio preesistente risalente al II-I secolo a.C., e si estende su una superficie di circa 120 ettari, in un ampio pianoro alle pendici del Monti Tiburtini; venne utilizzata dall'imperatore negli ultimi anni del suo regno, che dedicò agli incontri con filosofi ed intellettuali.

Al termine della visita, prendiamo possesso delle nostre stanze all'hotel "Il Maniero", sempre a Tivoli, dove ci troviamo veramente bene, sia per il vitto, sia per il trattamento molto cordiale.

La mattina successiva viene dedicata ad un'altra meraviglia di Tivoli: Villa d'Este, splendida costruzione del XVI secolo, resa famosa dalle moltissime fontane, dalle forme più disparate, che sono disposte nell'ampio giardino. Anche l'interno della villa merita una visita, non foss'altro per gli splendidi affreschi che decorano le varie stanze.

Tivoli, il Canopo
di Villa Adriana
Tivoli, Villa d'Este
Fontana dell'Ovato
Tivoli, Villa d'Este
Fontana dell'Organo
Tivoli, Villa d'Este
Panoramica

Napoli

Al termine della visita, partiamo da Tivoli alla volta di Napoli, ove arriviamo per il pranzo. Qui ci raggiunge la guida che nel pomeriggio ci condurrà alla visita della città. In primo luogo ci rechiamo a Posillipo, la famosissima località da cui si gode uno splendido panorama su Napoli (nella foto sopra), il suo golfo ed il Vesuvio. E poi si scende in centro, lungo Via Caracciolo, che costeggia il golfo, e passiamo davanti a Castel dell'Ovo. Poi, lasciato il pullman in parcheggio, ci spostiamo all'immensa Piazza del Plebiscito, dove visitiamo la chiesa di ?????. Poi la galleria Umberto I ed il Maschio Angioino (foto in basso). Chiudiamo con il Duomo, in cui si conserva la famosa urna di San Gennaro, la chiesa di Santa Chiara, con l'annesso monastero, e Palazzo Reale.

Ci prendiamo anche una pausa per gustarci un fantastico caffè ed una sfogliatella da Gambrinus uno dei bar più "antichi" d'Italia.

Napoli, il golfo da Posillipo
Napoli, il Maschio Angioino

Torre del Greco

Lasciata la nostra guida, proseguiamo per Torre del Greco, ove abbiamo il nostro albergo che sarà la base di partenza per i prossimi 4 giorni. Si tratta dell'hotel Sakura, un buon albergo vicino, tra l'altro, all'uscita della tangenziale. Dopo cena ci prendiamo un po' di relax.

Pompei

Mercoledì 6 agosto, partiamo alla volta di Pompei; qui abbiamo l'occasione di visitare una fabbrica di produzione dei cammei e poi ci immergiamo nella vasta zona archeologica (nelle foto a lato), tra le più importanti del mondo, seconda per numero di visitatori dopo l'egiziana Valle dei Re. La guida ci conduce attraverso la città sepolta dall'eruzione del Vesuvio nel 79 dopo Cristo, e che, proprio per questo, ha conservato, sotto la coltre di lava, tutte le sue caratteristiche. Per certi versi sembra proprio di fare un balzo indietro di un paio di millenni.

La permanenza a Pompei dura un paio di ore, certamente poche, ma sufficenti per avere un'idea della vita degli antichi romani.

Pompei, gli scavi archeologici
Pompei, gli scavi archeologici
Pompei, gli scavi archeologici

Ercolano

Ripartiamo quindi in direzione di Ercolano, per la visita della zona archeologica, certamente più piccola di Pompei, ma altrettanto significativa. Ci fermiamo un'ora, dalle 12 alle 13, sotto un sole "leggermente" a picco... però anche qui ne è valsa la pena!

Ercolano,
gli scavi archeologici

Sorrento

Nel pomeriggio saremmo dovuti andare a Capodimonte, alla famosa fabbrica di porcellane; tuttavia siamo stati avvisati dalla guida che, da qualche giorno, la fabbrica è chiusa di pomeriggio, quindi facciamo una piccola variazione, che, visto la "faticaccia" della mattina, è stata piuttosto apprezzata. Decidiamo per un paio d'ore di relax ed un giretto, in libertà, a Sorrento (nella foto).

Sorrento

La "famosa" pizza di Napoli...

Per la sera abbiamo previsto la cena alla pizzeria "Cantanapoli", con degustazione della famosa pizza napoletana. Qui, però, non ci troviamo per niente bene sia come qualità delle pizze, sia come trattamento, e rientriamo in albergo piuttosto delusi...

Capri

Giovedì 7 agosto: un'altra mattinata splendida, e noi partiamo per il porto di Sorrento. Ci arriviamo appena in tempo per la partenza del battello per Capri, in quanto lungo la penisola sorrentina il traffico è leggermente impressionante. Ci imbarchiamo sul battello ed arriviamo alla famosissima isola, al porto di Marina Grande; la guida ci prospetta due alternative: la prima un'escursione in barca alla Grotta Azzurra, la seconda, sempre in barca, un giro dell'isola; ci consiglia la seconda alternativa, e noi accettiamo di buon grado. Con una piccola imbarcazione, quindi, visitiamo un tratto di costa, molto suggestiva, fino ad arrivare ai celebri faraglioni (nelle foto in alto e in basso).

Rientriamo al porticciolo e da qui, con due minibus, saliamo fino ad Anacapri. Pranziamo in uno splendido ristorante con vetrata a picco sul mare dal quale si gode una splendida vista (foto al centro). Nel pomeriggio scendiamo a Capri per una passeggiata in libertà: qui possiamo fare acquisti, visitare i giardini, e la famosa "piazzetta" sempre frequentata da famosi personaggi. Rientriamo quindi al porto e da qui, con il battello, per Sorrento. Con il pullman si rientra in albergo; prima di cena c'è anche il tempo per un tuffo in piscina...

Capri, i faraglioni
Capri, veduta panoramica
Capri, veduta panoramica

Costiera Amalfitana

Venerdì 8 agost, partiamo per la penisola sorrentina, che lasciamo per dirigerci alla costiera amalfitana. Lungo uno spettacolo mozzafiato arriviamo in vista della splendida Positano. Lungo la costa ci fermiamo per un'escursione alla suggestiva Grotta dello Smeraldo. Seguendo il suggerimento della nostra guida, prendiamo un'imbarcazione che ci conduce direttamente, solcando un mare splendido, fino ad Amalfi. La prima cosa che possiamo ammirare è la bellezza e la maestosità del Duomo (foto). Attraverso piccoli vicoli arriviamo al nostro ristorante per il pranzo. Nel pomeriggio, una breve visita ad una fabbrica di limoncello, che da queste parti viene prodotto in quantità industriale. Poi ripartiamo per concludere il nostro itinerario lungo la costa a Vietri, dove ci prendiamo una sosta per la visita ai numerosi negozi di ceramiche. Da qui, con l'autostrada, rientriamo al nostro albergo a Torre del Greco.

Amalfi, il Duomo

Caserta

Sabato 9 agosto. Lasciamo definitivamente il "nostro" hotel di Torre del Greco per dirigerci verso Caserta, ove abbiamo in programma la visita alla reggia (foto in alto). "Ingaggiamo" subito una guida che ci conduce attraverso i meravigliosi saloni che compongono la reggia. Dopo l'interno, il programma prevede anche un "girettino" ai giardini (foto sotto), lunghi circa 3 km... infatti, arriviamo alla cascata che conclude i giardini con un piccolo autobus, poi qualcuno percorre un po' di strada per il ritorno a piedi, altri, dopo una breve sosta, ritornano sempre con l'autobus.

Caserta, la reggia
Caserta, nei giardini
della reggia

Arezzo

Nel pomeriggio, riprendiamo il nostro pullman, che ci conduce ad Arezzo, all'hotel Etrusco, anche questo sinceramente molto carino. Dopo esserci "sistemati", usciamo per cena in un ristorante sulle colline poco distanti dalla città. Qui festeggiamo il quarantesimo anniversario di matrimonio di papà e mamma, che proprio in Costiera Amalfitana fecero il loro viaggio di nozze.

E' l'ultima sera, che passiamo al bar dell'hotel bevendoci un bicchierino e scambiandoci le impressioni sulla nostra gita.

Domenica 10 agosto, visitiamo Arezzo: il Duomo (nella foto in alto), dove assistiamo alla S. Messa, il Palazzo dei Priori (nella foto in basso), Piazza Grande. Partiamo quindi per Cortona, una caratteristica cittadina medievale, dove abbiamo prenotato il ristorante per il pranzo.

Arezzo
Arezzo

Siena

Nel pomeriggio, partiamo alla volta di Siena.

In questa bellissima città le tappe sono d'obbligo: il Duomo (foto in alto) e Piazza del Campo (in basso) sono veramente meraviglie architettoniche. Lasciamo quindi Siena per il rientro a casa, alla nostra piccola Parona, ove giungiamo in tarda serata.

Siena, il Duomo
Siena, la torre del Mangia